Allevamenti intensivi di polli, è polemica: VIDEO shock in onda al Tg1

05 ottobre 2017 ore 20:48, intelligo
Si terrà sabato 7 ottobre, alle ore 16,  la conferenza “Allevamenti intensivi. Tutta la verità”,  promossa dall’Osservatorio civico “Ora tocca a noi” in collaborazione con la LEAL – Lega Antivivisezionista.
All’incontro parteciperanno l’ingegner Mirko Busto, che interverrà sul tema sistema di progettazione, impatti e problematiche; Alberto Zolezzi, medico che tratterà dei problemi sanitari e delle malattie da insediamenti zootecnici; un rappresentante della LEAL che affronterà la questione dello sviluppo nell’ottica del rispetto dell’etica.

Allevamenti intensivi di polli, è polemica: VIDEO shock in onda al Tg1
Una questione quella degli allevamenti intensivi che ciclicamente torna sulle pagine dei giornali e accende il dibattito. Ieri sera a occuparsene è stato il TG1 delle ore 20. I filmati sono tratti dall’ultima investigazione di Animal Equality, organizzazione internazionale per i diritti animali attiva in Italia. L’inchiesta denomitata “Pollo 100% Italiano” e rivela alcuni retroscena dell’industria della carne di pollo nostrana. In più, nei capannoni dove vivono fino a 240mila animali, secondo una videodenuncia di Essere Animali si utilizzano antibiotici in quantità, consentiti dalla legge ma colpevoli di innalzare l’antibioticoresistenza dei nuovi batteri, con ripercussioni sulla salute umana. Secondo gli autori, nel filmato sono rappresentate “le condizioni di vita del 95% dei polli che finiscono ogni anno sulle tavole degli italiani e comprendono animali stipati a decine di migliaia in edifici chiusi, sudici e spogli, alcuni con deformazioni alle zampe, zoppie, problemi cardiaci. Gli operatori maneggiano violentemente i polli, spesso causandogli dolorose fratture, e poi vengono macellati in modo approssimativo, a volte senza il necessario stordimento”. L’industria si difende sempre dicendo che si tratta di casi isolati.

DATI
In Italia si macellano oltre mezzo miliardo di polli ogni anno, su un totale stimato di circa 45 milardi in tutto il mondo. Sui 70 miliardi di animali che uccidiamo per nutrirci ogni 365 giorni, infatti, il pollame detiene il triste primato della carne più consumata.
Gli italiani, infatti sono sempre più amanti di pollo e tacchino. Nel 2016 il consumo pro-capite di carne bianca in Italia è salito a 21,01 kg, di cui 15,33 Kg di carne di pollo e 4,44 Kg di carne di tacchino. Considerando anche quello di carne di gallina e altre specie avicole, l'aumento del consumo di carni bianche è cresciuto del +2,7% rispetto al 2015. Sono i dati su produzione e consumi di carni bianche italiane diffusi da UNAITALIA (Unione nazionale delle filiere della carni e delle uova), secondo cui nel 2016 la produzione di carni avicole in Italia è  stata pari a 1.389.000 tonnellate, con un netto balzo in avanti rispetto al 2015 (+5,1%). L'aumento ha riguardato sia la produzione di pollo, che ha registrato un aumento del +5,6% che quella di tacchino, che con le 331.000 tonnellate prodotte nel 2016 fa segnare un +5,8% rispetto al 2015.


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...