50enne prigioniera per giorni nella casa dell’amica: botte e minacce

06 agosto 2015, intelligo
50enne prigioniera per giorni nella casa dell’amica: botte e minacce
Nelle mani della sua carceriera per giorni. E’ la storia di una cinquantenne ospite nella casa dell’amica. Ma quell’abitazione ben presto è diventata la sua prigione. Fino a quando non è stata liberata dai carabinieri e dai vigili del fuoco. Vicenda incredibile, accaduta alla periferia di Napoli. 

Secondo la ricostruzione degli investigatori, dal primo di agosto una donna di 58 anni aveva ospitato l’amica cinquantenne, ma poi le avrebbe impedito di andarsene ogni volta che ne manifestata la volontà. La 58enne aveva chiuso la porta a chiave e quando l’amica si avvicinava per aprirla, l’avrebbe picchiata e minacciata.

E’ stata una chiamata al 112 che segnalava una violenta lite nell’appartamento, a far scattare i soccorsi e a porre fine alla triste storia. Sono stati gli uomini della Stazione e del Nucleo Operativo della Compagnia Stella, insieme ai colleghi del Reggimento Campania a intervenire. Fondamentale l’azione dei Vigili del Fuoco che sono interventi posizionando una autoscala con al quale hanno raggiunto il balcone da dove hanno avviato una mediazione con la 58enne che teneva prigioniera l’amica. Nello stesso momento, i militari dell’Arma si sono procurati una copia delle chiavi dell’abitazione e tramite il telefono cellulare hanno guidato la 50enne prigioniera ad azionare il chiavistello della porta fino alla sua apertura.

La 58enne ora dovrà rispondere di minacce e sequestro di persona. E’ stata denunciata dai carabinieri.

Seguici su Facebook e Twitter

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...