Evasione e sparatoria, l'ospedale di Lecce per un attimo si trasforma nel far-west

06 novembre 2015 ore 13:35, Micaela Del Monte
Evasione e sparatoria, l'ospedale di Lecce per un attimo si trasforma nel far-west
L'evasione di un ergastolano dall'ospedale “Vito Fazzi” di Lecce è finito in tragedia, o quasi. 

Come in un film l'uomo, detenuto nel carcere leccese, era stato portato stamani in ospedale per sottoporsi ad alcuni accertamenti. Al termine della visita sarebbe riuscito a impossessarsi di una pistola delle guardie e ha sparato, ferendo gravemente un poliziotto della polizia penitenziaria (che è stato poi sottoposto ad intervento chirugico).

 L’evaso sarebbe Fabio Perrone condannato lo scorso giugno all’ergastolo per l’assassinio di un 45enne di Trepuzzi, risalente al 28 marzo 2014. L'uomo avrebbe poi rubato, per favorirsi la fuga, una Toyota Yaris nel parcheggio dell’ospedale.

Il segretario nazionale del sindacato di Polizia Penitenziaria Coosp Mimmo Mastrulli ha poi commentato l'accaduto: “Sono profondamente addolorato per quanto è successo. Da tempo segnaliamo carenza di personale e strumenti per fronteggiare queste minacce. In Puglia ci sono oltre 3200 detenuti e solo a Lecce l’organico è sotto di 150 unità. E’arrivato il momento che anche il Ministro dell’Interno si faccia carico di questa emergenza”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...