Salmonella nella pancetta a cubetti: i lotti ritirati e l'infezione

06 settembre 2017 ore 9:58, intelligo
Nuovo caso di ritiro dagli scaffali di un prodotto contenenti batteri pericolosi. Si tratta i cubetti di pancetta affumicata, con numero di lotto L5575 e scadenza allo 04/11/2017, e i cubetti di pancetta dolce, con numero di lotto L5576 e scadenza allo 03/11/2017 del marchio Valtidone Industria Alimentare, prodotto dal Salumificio Pianellese Srl. A chiedere il ritiro il Ministero della Salute con un avviso di richiamo legato alla presenza di Salmonella. 
Le confezioni sono una da 160 grammi (80×2) e l'altra di 100 grammi (50×2).

LA SALMONELLA
La salmonellosi è un’intossicazione alimentare causata dal batterio della salmonella (Salmonella enteritidis e Salmonella typhimurium), un batterio Gram-negativo detto bacillo per la forma a bastoncino; la malattia ha come sintomo principale una severa diarrea, ma possono comparire anche vomito, febbre e altri sintomi, che si risolvono di norma senza alcuna terapia.
Salmonella nella pancetta a cubetti: i lotti ritirati e l'infezione
Le analisi di laboratorio in questo caso confermano la presenza di Salmonella Typhimurium e nel lotto L5576 di Salmonella Derby (la sierovarietà Derby è una delle dieci che sono più frequentemente isolate in ambito umano. Questa sierovarietà è isolata da animali, prevalentemente da suinicolture, da alimenti di origine animale e dall'ambiente, ad esempio da acque di superficie). I sintomi che possono scatenare questo genere di batteri sono le gastroenteriti.

I SINTOMI DI SALMONELLOSI
I sintomi iniziano di solito da 12 ore a 3 giorni dal contagio.
Questo tipo di infezione può causare febbre alta, dolore addominale, mal di testa, indisposizione, letargia, eruzioni cutanee. Si verifica soprattutto nei paesi in via di sviluppo, in cui non ci sono sistemi appropriati di smaltimento dei rifiuti. I periodi di incubazione riportati in letteratura variano tra studi da meno di 24 ore a un massimo di 16 giorni, con mediane di 1-8 giorni, secondo il sierotipo e lo scenario.
I sintomi normalmente scompaiono senza alcuna terapia entro 4-7 giorni.
L’infezione da Salmonella può diventare cronica anche in assenza di sintomi.

I CIBI PIU' A RISCHIO

Uova
latte crudo e derivati del latte crudo
carne e derivati poco cotti
salse e condimenti per insalate
preparati per dolci, creme
gelato artigianale
frutta e verdura come angurie, pomodori, germogli di semi, meloni, insalata, sidro e succo d’arancia non pastorizzati.

Anche il cibo preparato su superfici precedentemente in contatto con carne o derivati della carne crudi può venire contaminato dai batteri. 

CURA E TERAPIA
Se il paziente gode di un sistema immunitario sano, il medico potrebbe lasciare che l’infezione passi senza prescrivere alcuna cura.
In caso di febbre, mal di testa o diarrea con sangue, chiamate il medico. Per la febbre basta il paracetamolo per abbassare la temperatura corporea e dare sollievo ai crampi.
Introdurre liquidi per evitare la disidratazione.


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...