Microfibre di plastica dai rubinetti dell'acqua: rischi su salute e alimenti

06 settembre 2017 ore 23:59, Americo Mascarucci
L’acqua potabile che esce dai rubinetti sarebbe contaminata da microfibre di plastica e questo problema sarebbe diffuso in tutto il mondo.  Una ricerca di Orb Media, organizzazione no profit di Washington ha fotografato una situazione a dir poco allarmante grazie al contributo dell’Università statale di New York e dell’Università del Minnesota. Studio condotto attraverso test campioni di acqua potabile prelevati in varie città del mondo. E come detto i risultati sono sconcertanti.
Microfibre di plastica dai rubinetti dell'acqua: rischi su salute e alimenti

I DATI
Gli Usa sono il paese con la più alta concentrazione di plastica nell'acqua, oltre il 94% dei campioni sono risultati positivi compresi quelli prelevati nella Trump Tower, nel palazzo del Congresso degli Stati Uniti o nella sede dell’Epa, l’ente per la protezione ambientale americano. Dopo gli Usa la maglia nera tocca al Libano con il 94%, e all'India con l’82 per cento. Si salverebbe, ma non troppo l'Europa, con il 72% dei campioni risultati positivi soprattutto nel Regno Unito, in Germania e in Francia. Ma da dove provengono le fibre di plastica? Gli scenziati stanno cercando le cause ma al momento possono abbozzare solo ipotesi.

RISCHI
Le fibre di plastica potrebbero veicolare sostanze chimiche tossiche e questo sia bevendo l'acqua dei rubinetti ma anche utilizzando l'acqua per lavare i cibi. Sherri Mason, dell'equipe dell’università di New York che ha supervisionato l’analisi di Orb ha commentanto così lo studio condotto: "Sta impattando la fauna in modo preoccupante...come possiamo pensare che non stia impattando noi". Il riferimento è alle quantità sempre più elevate di plastica disperse negli ambienti terrestri e negli oceani con grave rischio per il mantenimento degli habitat naturali gravemente compromessi dal numero di specie animali che muoiono proprio dopo aver divorato ingenti quantità di plastica. Nel caso dell'uomo il contatto avverrebbe inconsapevolmente ma i rischi sarebbero identici. E' il caso quindi di porre rimedio a quella che ogni giorno di più appare sempre più un'emergenza planetaria. Tuttavia gli esperti ritengono sia ancora presto per parlare di danni per la salute anche a fronte di studi da approfondire.

IN ITALIA
L'Italia non compare tra le nazioni in cui sono stati prelevati campioni. Repubblica ha però prelevato tre campioni di acqua dalle fontane pubbliche del Colosseo, di San Pietro e di Piazza Navona, a Roma, e gli ha spediti all’Istituto di ricerca sulle acque (Irsa), dove un metodo più sofisticato rispetto a quello usato dall’Università del Minnesota nello studio di Orb Media, pare aver escluso la presenza di fibre in microplastica.

#acqua #fibreplastica #rubinetti
caricamento in corso...
caricamento in corso...