La Guidi, "parte lesa" nell'inchiesta petrolio, 3 ore in Procura: gli sfoghi contro il compagno

07 aprile 2016 ore 21:19, Americo Mascarucci
L'ex ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi è stata ascoltata in procura a Potenza per oltre tre ore come persona informata sui fatti nell'ambito dell'inchiesta sul petrolio che vede indagato il suo compagno, Gianluca Gemelli. 
"Vorrei prima di tutti ringraziare i magistrati per avermi dato la possibilità in tempi così brevi di chiarire questa vicenda così spiacevole per me. Ho risposto a tutte le loro domande. Dal punto di vista giuridico ho appreso definitivamente di essere persona offesa", afferma la Guidi in una nota diffusa dopo aver lasciato la Procura. Il colloquio coi Pm è stato secretato, l'ex ministra non avrebbe quindi potuto rivelare nulla o sarebbe stato un reato.
Ma è soprattutto sui rapporti con il compagno che sembrerebbe soffermarsi maggiormente l’attenzione degli inquirenti
"Non fai altro che chiedermi favori, con me ti comporti come un sultano, mi sono rotta.
Tu siccome stai con me e hai un figlio con me, mi tratti come una sguattera del Guatemala". 
Sarebbe soltanto uno dei ripetuti sfoghi che Guidi avrebbe pronunciato al telefono con il compagno Gianluca Gemelli, manager del comporto petrolifero indagato dalla Procura di Potenza nell'ambito dell’inchiesta sul petrolio. 
Quel compagno che ha "inguaiato" l’ex ministro costringendola alle dimissioni in seguito alla pubblicazione dell’intercettazione con la quale "tranquillizza" lo stesso Gemelli sull'emendamento che dovrebbe sbloccare l’impianto Total di Tempa Rossa che interessa direttamente l’uomo. 

La Guidi, 'parte lesa' nell'inchiesta petrolio, 3 ore in Procura: gli sfoghi contro il compagno
La Guidi si è dimessa per ragioni di opportunità ed è stata ascoltata dagli inquirenti della Procura di Potenza come persona informata sui fatti. Ma dalle intercettazioni emergerebbe il ritratto di una donna esasperata dalle continue insistenze del compagno. 
Gemelli e la Guidi litigarono anche per una vicenda riguardante "Aeroporti Toscani". Alla richiesta di aiutarlo, l'ex ministro sbotta: "Questa cosa mi mette in difficoltà". Il compagno le rinfaccerebbe di essersi messa "a completa disposizione del presidente di 'Aeroporti toscani'. Per lui ti sei esposta, per me no".
Dalle indagini emergono intanto nuovi elementi, come ad esempio l’esistenza di un dossier contro il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio.   
Se ne farebbe riferimento in una conversazione fra Gemelli e l'ex funzionario della Ragioneria di Stato e poi consulente del Ministero dello Sviluppo economico, Valter Pastena.

caricamento in corso...
caricamento in corso...