Torre Annunziata, crolla palazzina: otto persone sotto le macerie: gli aggiornamenti

07 luglio 2017 ore 15:23, intelligo

Sono otto le persone che risultano ancora disperse dopo il crollo di una palazzina a Torre Annunziata, vicino Napoli. L’edificio di 4 piani risalente agli anni ’50, situato lungo la Rampa Nunziante in zona Litoranea, è venuto giù intorno alle 6 e 30 di stamattina. L’implosione ha generato paura in tutto il quartiere causando anche l’interruzione della linea Vesuviana che passa vicino alla palazzina.

Torre Annunziata, crolla palazzina: otto persone sotto le macerie: gli aggiornamenti
Sul posto sono intervenuti Carabinieri, Polizia, Vigili del fuoco, Capitaneria di porto e diverse ambulanze. Tutti impegnati nelle ricerche rese ancora più complicate dal caldo.

Tra i dispersi ci sono di certo la famiglia Guida, con il papà Pasquale, la moglie Anna Duccio, i figli Salvatore di 8 anni e Francesca di 11, che abitavano al terzo piano, così come Pina Aprea, 65enne sarta che viveva da sola e che potrebbe essere uscita prima di casa. Al quarto piano, in un appartamento con un terrazzo, abitava l'architetto Giacomo Cuccurullo, un tecnico del comune della cui presenza in casa nessuno ha certezza, ma che non ha dato più notizie; con lui la moglie Adelaide e il figlio Marco, 25enne.    

Forse a cedere sono stati il terzo e il quarto piano dove risiedevano tre famiglie. I parenti stanno indicando a vigili e volontari l'ubicazione delle camere da letto. Una madre coi due figli, invece, sarebbe riuscita a mettersi in salvo da sola.

Le cause sono ancora da chiarire ma potrebbero essere legate ai lavori di ristrutturazione ai due piani più bassi, che erano vuoti. Alcuni inquilini dei piani superiori sembra che avessero segnalato lesioni nei loro appartamenti. Si scava a mano, una trentina di Vigili del fuoco in turno, portando via le pietre con secchi di plastica. Due benne hanno squarciato il muro che divide i condomini, per facilitare l'accesso ai soccorritori. Due squadre specializzate sono in arrivo da Lazio e Toscana.

La Procura ha aperto un fascicolo per crollo colposo e il procuratore aggiunto di Torre Annunziata, Pierpaolo Filippelli, ha condotto un primo sopralluogo. Il sindaco, Enzo Ascione, ha ammesso che "la palazzina era messa male" e si è rammaricato che il tecnico del comune che vi abitava non si sia accorto di nulla perché "qualche segnale avrebbe dovuto esserci.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...