Civati: “Via il primo paletto del governo. Attaccare Chiti per dare spazio a Calderoli…”

07 maggio 2014 ore 12:46, intelligo
Pippo Civati dice qual è la vera notizia: “Dei quattro paletti piantati dal premier sulla riforma costituzionale il primo è saltato. I senatori saranno elettivi”. Sul suo blog il parlamentare della minoranza dem osserva: “Così infatti prevede l’ordine del giorno Calderoli approvato a maggioranza. Una maggioranza trasversale, ma diversa da quella che sostiene il Governo, che ha cominciato così a rilasciare dichiarazioni molto discutibili. Dalle minacce (in realtà smentite) di dimissioni allo stop ad altre 'concessioni'”. Ma – scrive Civati – “il governo, gli diamo volentieri questa informazione, non fa 'concessioni' al Parlamento, perché è quest’ultimo a controllare il primo e non viceversa”. Alla fine, per l’esponente dem “tutte queste forzature, che confermano come si sia abbondantemente smarrito il senso delle istituzioni, hanno portato all’adozione come testo base delle riforma del disegno di legge governativo. Coi voti determinanti di Forza Italia, senza la quale, quindi, le riforme costituzionali (almeno come piacciono al governo, e non del tutto a chi lo sostiene) non si possono fare”. La domanda che segue è eloquente: “Cosa chiederà in cambio Forza Italia? Il presidenzialismo? Pensa questo governo di centrosinistra di farsi artefice di una riforma costituzionale che prima indebolisce il Parlamento e poi aumenta i poteri del Presidente?”. Poi chiosa: “Attaccare per mesi Chiti per poi dare spazio a Calderoli, da ultimo, non mi è sembrata una grande idea”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...