Il Sinodo apre a “forme imperfette di famiglia”. Sembra una risposta al segretario di Ratzinger

07 ottobre 2014 ore 15:18, intelligo
Il Sinodo apre a “forme imperfette di famiglia”. Sembra una risposta al segretario di Ratzinger
Infondere coraggio e speranza anche a forme imperfette di famiglia, che possono essere valorizzate”. E’ la linea che emerge al Sinodo straordinario sulla famiglia convocato da Papa Francesco in Vaticano e giunto oggi alla sua seconda giornata
. La nota della sala stampa vaticana fa riferimento esplicito alle “unioni di fatto, in cui si conviva con fedeltà e amore” e si sottolinea che “anche situazioni imperfette devono essere considerate con rispetto” in quanto “presentano elementi di santificazione e di verità. E’ essenziale guardare innanzitutto agli elementi positivi”. E più in generale, “bisogna amare davvero le famiglie in difficoltà”. Fin qui la nota della sala stampa vaticana, ma se la mettiamo a confronto con le dichiarazioni del segretario di Raztinger George Gaenswein: “Il matrimonio è indissolubile, chi avvia una nuova unione contraddice quanto è indicato dal Signore”, e ancora: “I gay devono essere accolti con rispetto, ma i loro atti sono contrari alla legge naturale” è facile comprendere come ormai si stiano delineando due visioni diverse e contrastanti di famiglia e di unione tra persone.  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...