Telecomunicazioni: cosa cambierà con Wind e Tre "sposati"

08 agosto 2015, Luca Lippi
Telecomunicazioni: cosa cambierà con Wind e Tre 'sposati'
Era da mesi che si aspettava l’annuncio non era proprio un’operazione che poteva definirsi segreta, e alla fine Wind e 3Italia sono convolate a nozze.

La russa Vimpelcom (Wind) e l'asiatica Hutchinson Whampoa (3Italia). I due gruppi "italiani" si uniranno in una joint venture paritetica. 

Alla guida salirà Maximo Ibarra, l'amministratore delegato di Wind, mentre il closing dell'operazione è previsto nel giro di dodici mesi.

“Questa operazione rappresenta una pietra miliare per il nostro business in Italia. L'unione di 3Italia e Wind creerà un operatore finanziariamente solido ed efficiente, capace di competere ad alto livello nel mercato. Questa joint venture darà al nuovo operatore la dimensione e la forza per offrire ai clienti italiani, sia business sia consumer, una rete eccellente con una maggiore copertura 4G e una velocita` più elevata” con queste parole il vicedirettore di Hutchinson, conforta indirettamente il presidente del consiglio che aveva promesso internet gratis per tutti. E infatti sarà così, ormai tutto diventerà a copertura 4G, russi e asiatici si sono prenotati una fetta di mercato importante.

 La copertura tradizionale a velocità da terzo mondo rimarrà libera finché regge.

La nuova società sarà un colosso tlc con oltre 31 milioni di clienti mobili e 2,8 milioni nel fisso e dall'integrazione i vertici prevedono di realizzareefficienze per oltre 5 miliardi di euro, al netto dei costi della fusione.

Seguiamo ulteriori sviluppi.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...