Sel versus SI, flop? Colpa di Fassina "il responsabile"

08 giugno 2016 ore 23:32, Orietta Giorgio
Sel versus SI, flop? Colpa di Fassina 'il responsabile'
Il flop della Sinistra alle elezioni romane crea diverbi e “non soddisfa”. Lo scenario vede Sel versus SI.

Il risultato sotto le aspettative ha tagliato fuori anche gli ex-consiglieri comunali Gemma Azuni e Gianluca Peciola e il presidente dell’VII muncipio Andrea Catarci che devono rimboccarsi le maniche e ricominciare da capo. Il responsabile? Secondo il gruppo romano di Sel, sarebbe Fassina. Colpevole, tra l’altro, di voler minimizzare il risultato elettorale.

Gianluca Peciola, ex capogruppo di Sel: “E’ stata una sconfitta dura, non un risultato insoddisfacente. Un risultato insoddisfacente è quando ti applichi al massimo e ottieni la sufficienza. Questo è un risultato disastroso per le aspettative create. Se c'è qualcuno che non ne comprende la gravità è un masochista".

Andrea Catarci (Sel), durante una conferenza stampa al Caffè Letterario, ha commentato: "Tutti dobbiamo prenderci la responsabilità di quanto accaduto, partire dal candidato a sindaco, a partire da lui! Non possiamo passare da essere il partito degli eletti a coloro che hanno tentato di essere eletti ma hanno clamorosamente fallito. La scarsa assunzione di responsabilità di Fassina è un brutto messaggio".

Quindi la Sinistra romana "si rompe"? 

Fassina, dal canto suo, ha organizzato un incontro con tutti i candidati all’Altra Economia di Testaccio. Chi andrà all’appuntamento?  Catarci, ad esempio, ha commentato: “ Io non ci andrò, non ho nulla da dire e da ascoltare. Avvieremo una consultazione territoriale per decidere il da farsi al ballottaggio prima nei municipi e poi in Comune”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...