Il meteo influenza l'umore ma anche 750 canzoni pop

08 luglio 2015, Americo Mascarucci
Il meteo influenza l'umore ma anche 750 canzoni pop
Il meteo può influenzare le canzoni? Certamente sì perché alla fine nei brani dei cantanti più famosi oltre all’amore sono ricorrenti le tempeste, gli acquazzoni, ma anche il sole, le stagioni, il caldo, il freddo, il vento ecc. 

Uno studio inglese coordinato da Sally Brown, dell'Università di Southamptonm, ha scoperto infatti che oltre 750 canzoni della pop music fanno riferimento al tempo e alla meteorologia. Nella ricerca, pubblicata sulla rivista Weather sono stati analizzati i testi delle canzoni, i generi musicali, le chiavi e i collegamenti a specifici eventi metereologici. I più citati sono sole e pioggia, ma spesso le canzoni menzionano più di un evento meteo.

Oltre 900 cantautori o cantanti hanno scritto o cantato il tempo. 

Basti pensare che compare nel 7% delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi, secondo la classifica stilata nel 2011 dalla rivista Rolling Stone.
 
Non mancano poi canzoni ispirate da eventi specifici, come la celebre 'Here comes the Sun' del 1969 di George Harrison, che trae spunto da uno dei primi giorni di primavera dopo un lungo, freddo e solitario inverno. 

Anche in Italia tuttavia non sono mancati i riferimenti ad eventi atmosferici più o meno significativi; Renato Rascel ha cantato la neve a Roma, episodio più unico che raro ma che quando capita è destinato ad assumere aspetti originali e straordinariamente suggestivi; Mia Martina ha invece cantato la nevicata del 1956, evento che è rimasto impresso nei ricordi e nella mente di quanti hanno avuto il privilegio di vivere quel lontano inverno di quasi sessanta anni fa. E poi ci sono  “La Pioggia” di Gigliola Cinquetti, “la Canzone del Sole” di Lucio Battisti, “Nel Sole” di Albano, “Vento d’Estate” di Max Gazzè, “Si Alza il Vento” di Jovanotti, “Azzurro” di Adriano Celentano e tante altre. L’elenco forse sarebbe troppo lungo, ma certo è che non di solo amore vivono le canzoni. 

Anzi, il più delle volte, amore e meteorologia costituiscono un binomio vincente, con il tempo a fare da sfondo ad un determinato stato d’animo o ad una condizione affettiva; la tempesta nel caso di un amore tormentato e burrascoso, il sole, il cielo azzurro, nel caso invece di un amore ritrovato. 

E piove piove sul nostro amore”cantava Domenico Modugno, “Scende la Pioggia”gli fa eco Gianni Morandi. 

Il pubblico ascolta applaude e intanto nel proprio animo pensa a quale condizione meteo può abbinarsi il suo animo. 

Che non sempre necessariamente corrisponde al tempo reale.

 Perché ci può essere anche tanto sole fuori con la tempesta nel cuore, oppure si può essere talmente felici da trovare bellissimo persino un temporale, specie se subito dopo arriva pure l’arcobaleno. 


caricamento in corso...
caricamento in corso...