Contro i tumori Lilt dà la "ricetta". C'è Anna Tatangelo (stavolta senza polemiche)

08 marzo 2016 ore 17:32, Lucia Bigozzi
Uno: evitare brutte abitudini come fumo e alcol. Due: praticare attività sportiva. Tre: seguire un regime alimentare sano, con molta frutta e verdura. In sintesi: la ricetta della salute. Sta alla base della quindicesima settimana nazionale per la prevenzione oncologica promossa dalla Lega italiana per la lotta contro i tumori (Lilt). Le date da segnare in agenda sono 13 e 21 marzo, in questa settimana la Lilt scenderà in piazza per la campagna di sensibilizzazione che quest’anno ha per madrina Anna Tantangelo e lo slogan “La mia ricetta per la salute? La prevenzione! Mangio sano, faccio sport, non fumo e non bevo alcolici”. Tantissime le attività e le iniziative sul territorio. Ad Aosta, col patrocinio del Consiglio Valle, l’obiettivo è quello di trasmettere stili di vita corretti e sani per prevenire la malattia proprio in un tempo in cui “la società trasmette messaggi contraddittori e sta venendo meno il senso di solidarietà verso l'altro”, come spiega Marco Viérin, presidente dell’Assemblea regionale. 
Per tutta la settimana i volontari della Lega italiana per la lotta contro i tumori distribuiranno bottiglie di olio extra-vergine di oliva e sacchetti di taralli, accompagnati da un opuscolo informativo che si traduce in una sorta di decalogo per seguire corrette abitudini di vita, non solo in campo alimentare. Olio sano e taralli in cambio di un’offerta per sostenere le attività della Lilt. 

Contro i tumori Lilt dà la 'ricetta'. C'è Anna Tatangelo (stavolta senza polemiche)
“Scienza e medicina sono concordi nell'affermare che più di un terzo dei tumori non si svilupperebbe se accompagnassimo ad una sana alimentazione, poche e semplici regole che aiutino a ridurre il rischio di sviluppare la malattia: praticare un'attività fisica regolare, non fumare, ridurre il consumo di alcol, alimentarsi con più frutta fresca e verdura. Se tutti adottassimo questi corretti stili di vita, si raggiungerebbe in tempi brevi una guaribilità complessiva dal cancro di oltre l'80 per cento”, spiegano i responsabili Lilt della Valle d’Aosta. Infine in tutta la regione la Lilt proporrà nei propri ambulatori la possibilità di effettuare delle visite di controllo gratuite ai propri iscritti. 

Un'ultima annotazione: la Lilt ha voluto come testimonial Anna Tatangelo che già qualche mese fa aveva partecipato alla campagna di sensibilizzazione sulla lotta ai tumori del seno, aderendo all'iniziativa che puntava anche sulla forza del messaggio mediatico: in particolare su immagini di nudo per richiamare l'attenzione sulla tutela del corpo. In quell'occasione la Tatangelo posò senza veli e la vicenda fu molto commentata sui social network. Che si sa, non perdonano niente a nessuno. Nemmeno a lei. Ma stavolta la bellissima cantante posa vestita di fronte a una tavola dove sono esposti tutti i cibi del benessere. Altra storia, altra immagine. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...