19enne uccide bimbo e pubblica video nel darknet: in fuga, è pericoloso

08 marzo 2017 ore 15:53, Micaela Del Monte
Prima ha annunciato l'omicidio del suo piccolo vicino di casa poi dopo aver ucciso il piccolo di 9 anni ha pubblicato il video nel "darknet" (una rete virtuale privata parte del deep web, originariamente creata per proteggere privacy e dissidenti politici ma oggi sempre più utilizzata dal cybercrimine). A compiere questo terribile atto è stato Marcel Hesse, 19 anni, ritenuto molto pericoloso e allo stato attuale ricercato. Il ragazzo infatti dopo aver ucciso il vicino di casa si è a dato alla fuga. Il delitto è accaduto è Herne, città tedesca di circa 150 mila abitanti a 20 chilometri da Dortmund. Il movente che ha spinto questo 19 enne a uccidere il suo vicino di casa, un bambino di 9 anni, non è chiaro.

19enne uccide bimbo e pubblica video nel darknet: in fuga, è pericoloso
Secondo quanto ricostruito dalle autorità locali Hesse era collegato alla chat del “darknet” quando, dopo aver affermato di aver bevuto quella che è stata descritta come una “grande quantità di vino”, ha spiegato a chi era collegato in quel momento di voler commettere un omicidio. Si è quindi scollegato, ma dopo poco più di mezz’ora è tornato, postando il video dell’omicidio appena commesso e annunciando di voler uccidere anche una seconda persona. Poco dopo le autorità hanno fatto irruzione in casa del giovane. Lì è stato trovato il cadavere del bambino – figlio dei vicini di casa del giovane – mentre dell’omicida nessuna traccia.

Il 19enne, che ha precedenti penali, è stato “come un solitario ed esperto in arti marziali”, secondo il quotidiano tedesco Der Spiegel. Secondo informazioni riportate dalla Dpa, viveva da solo in casa, aveva concluso gli studi superiori ed era disoccupato. Un'operazione su larga scala è stato lanciato per catturare Hesse. Secondo i media locali, le forze dell’ordine stanno utilizzando elicotteri e cani molecolari con l’obiettivo di arrivare al 19enne. Per gli inquirenti potrebbe essere armato e pericoloso.

caricamento in corso...
caricamento in corso...