Fuoco di Sant'Antonio, c'è un vaccino ma in Italia non si sa: basta una dose

08 settembre 2017 ore 12:41, Micaela Del Monte
Il fuoco di Sant'Antonio, ovvero Herpes zoster, è una malattia virale causata dal virus della varicella infantile. Il fuoco di Sant'Antonio infatti è una riattivazione dell'infezione latente da virus della varicella, e questo significa che lo zoster può verificarsi solo in individui che hanno già avuto la varicella. Non tutti sanno però che è proprio per questo motivo che il virus può essere soppresso attraverso un vaccino. Ben 3 intervistati su 4 non sa dell’esistenza del vaccino. Il fuoco di Sant'Antonio colpisce in Italia il 20% dei pazienti che hanno l’Herpes Zoster pari a circa 30.000 soggetti.

Fuoco di Sant'Antonio, c'è un vaccino ma in Italia non si sa: basta una dose
IL VACCINO
“Questo dolore ha la particolarità di essere molto resistente alle comuni terapie antalgiche – spiega Sandro Giuffrida, Direttore della U.O.C. di Igiene e Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria – per questo motivo è determinante il ruolo della prevenzione. Ma su questa patologia c’è un gap comunicativo: la percezione del rischio di ammalarsi di Zoster è elevata solo nelle persone che hanno conosciuto la malattia. Chi non ha questa percezione, in genere, non sa nemmeno che esiste un vaccino”. Per veicolare le informazioni un ruolo importante è quello del medico di medicina generale. “Vaccinare tutta la popolazione, con un’attenzione proprio verso le fasce più fragili, è l’unico modo per prevenire le conseguenze associate al Fuoco di Sant’Antonio – aggiunge inoltre Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato di MSD Italia – abbiamo la possibilità di farlo con un vaccino in una sola dose, che ha dimostrato efficacia e tollerabilità”.

CHI COLPISCE?
Il fuoco di Sant’Antonio può colpire persone di qualsiasi età ed è molto contagioso fino a quando non si sono formate le croste. Il nostro sistema immunitario è normalmente in grado di prevenire e di sopprimere l’infezione da herpes zoster, ma a volte essa avviene comunque, per motivi ancora non del tutto chiari. Il fuoco di Sant’Antonio potrebbe dunque essere legato ad un indebolimento del sistema immunitario ed è proprio questo che dà sfogo al virus della varicella.

RIMEDI NATURALI
Prima di tutto bisognerà in qualsiasi caso recarsi da un medico per farsi consigliare la terapia più adatta alle condizioni in cui ci si trova. Come ricorda anche il sito greenme.it ci sono però altri metodi per curare il virus ricorrendo ad alcuni rimedi naturali per alleviare i fastidi dell’herpes zoster.

1) Olio essenziale di naiuoli
La farmacista francese esperta di rimedi naturali Daniele Festy nel libro “La mia Bibbia degli oli essenziali” suggerisce di utilizzare l’olio essenziale di naiuoli in caso di herpes zoster: applicare 2 gocce di olio essenziale di naiuoli direttamente sulla zona dolorante, ripetere 4-6 volte al giorno.

2) Miscela di oli essenziali
La stessa Daniele Festy suggerisce la preparazione di una miscela composta da: 10 gocce di olio vegetale di iperico, 2 gocce di olio essenziale di lavanda spica, 2 gocce di olio essenziale di menta piperita, 2 gocce di olio essenziale di ravintsara e 4 gocce di olio essenziale di naiuoli. Suggerisce di applicare la miscela localmente sul tratto nervoso colpito 6 volte al giorno fino al miglioramento. Potreste suggerire al vostro farmacista di preparare per voi questa miscela e di consigliarvi ulteriori dettagli per il suo utilizzo.

3) Agopuntura
Chi conosce l’agopuntura sa anche quanto possa essere efficace per alleviare i dolori. L’agopuntura può essere applicata anche in caso di herpes zoster. L’agopuntore esperto saprà su quali punti intervenire. L’agopuntura può mitigare il dolore e eventualmente accompagnare l’assunzione di farmaci, sempre su consiglio e prescrizione del medico. Qui maggiori informazioni.

4) Ribes Nigrum
Alcuni studi scientifici hanno valutato o stanno approfondendo l’efficacia del macerato glicerico di Ribes Nigrum nel caso del fuoco di Sant’Antonio. Il macerato glicerico di Ribes Nigrum viene utilizzato di solito per alleviare i sintomi di allergie, infiammazioni e infezioni. Anche per l’herpes zoster potrebbe contribuire a donare sollievo. Qui maggiori informazioni.

5) Omeopatia
La terapia convenzionale dell'herpes zoster o fuoco di Sant'Antonio si avvale di farmaci antivirali che vengono prescritti in fase acuta. Tra le terapie complementari applicabili in caso di fuoco di Sant’Antonio troviamo i rimedi omeopatici, dato che “l’omeopatia coadiuva il trattamento dell' herpes zoster con rimedi per la gestione dello stress e per la prevenzione delle recidive”. I rimedi omeopatici da somministrare potrebbero variare a seconda delle condizioni di salute del paziente. Maggiori informazioni sul sito web del dottor Fabio Farello.
caricamento in corso...
caricamento in corso...