Crimine informatico a Hacking Team perfetto: c'è pure la beffa

09 luglio 2015, intelligo
Crimine informatico a Hacking Team perfetto: c'è pure la beffa
 “Attacco” ad Hacking Team. Mega-furto di dati: spariti 400 gigabyte di informazioni dai computer dell’azienda. Non solo: una volta trafugati, i dati sono stati condivisi e resi disponibili urbi et orbi.

A subire il mega-danno è un’azienda milanese che crea e realizza software spia. Insomma, una sorta di “contro-spionaggio” ad altissimo livello tecnologico finalizzato, come spiega il portavoce Eric Rabe al Corsera, a difendere i governi dai crimini informatici e dagli attacchi terroristici. Ma la società è sospettata dalle concorrenti di proporre i propri servizi ai governi dittatoriali; accusa che Hacking Team ha sempre respinto con forza. I suoi software realizzati per spiare terroristi ed esponenti della criminalità organizzata, sono capaci di infettare sistemi Windows e Mac, ma anche smartphone con Android, iOS e BlackBerry. E rappresentano un supporto importante per le forze di polizia specializzate nell’anti-terrorismo.

Nella notte di domenica è stato violato dagli hacker l’account Twitter dell’azienda milanese e da quella ‘porta’ è stato diffuso il materiale trafugato. Hacking Team è un’azienda leader a livello internazionale per sistemi di sicurezza avanzati e come tale conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo; per questo la notizia dell’hackeraggio ha fatto il giro del web e nello spazio di poche ore l’hashtag #HackingTeam è entrato subito nei topic trend di Twitter.

Il paradosso di tutta questa storia è che l'azienda che fornisce strumenti anti-intrusione e strumenti di sorveglianza per evitare proprio episodi di hacking, è stata a sua volta violata. 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...