Auto blu ma a "condizione": istruzioni per l'uso e carcere fino a 3 anni

09 marzo 2016 ore 13:36, Americo Mascarucci
Stretta sulle auto blu. Chi utilizzerà l’auto di servizio a fini personali rischierà un processo per peculato d’uso. 
Lo stabilisce una legge in discussione in Commissione Affari Costituzionali della Camera che approderà in aula la settimana prossima. Ieri il Governo ha dato parere favorevole ad un emendamento del Pd che disciplina in questa direzione l’impiego delle autovetture di servizio con relativa riduzione del parco macchine.


Auto blu ma a 'condizione': istruzioni per l'uso e carcere fino a 3 anni
Le auto di servizio dovrebbero essere utilizzate esclusivamente per le finalità istituzionali, ma spesso è capitato con tanto di prove inoppugnabili, fotografie e riprese video, che in realtà se ne faceva un utilizzo indiscriminato, anche a fini privati.
C'era chi le usava per portare e riandare a prendere i figli a scuola, chi per accompagnare la moglie, o peggio l'amante, dal parrucchiere, chi per farsi accompagnare ad appuntamenti personali. 
Da oggi non sarà più nemmeno possibile farsi trasportare con l'auto blu da casa in ufficio. Si rischierebbero dai sei mesi ai tre anni di reclusione.
Si è stabilita inoltre la proroga al 31 dicembre 2017 del divieto di acquisizione di altre autovetture e di comminare sanzioni amministrative fino a 10mila euro per chi non rispetta i limiti d'acquisto e non fornisce i dati che vengono richiesti dal ministero della Pubblica amministrazione. Il M5s chiede di eliminarle del tutto.
Come riporta il Corriere della Sera "nel 2012 la spesa totale per le auto blu era stimata per 1.050 milioni, 128 milioni in meno rispetto all'anno precedente. Il governo nei giorni scorsi ha fornito gli ultimi dati. Lo scorso anno il numero di auto delle pubbliche amministrazioni si è ridotto notevolmente, passando dalle 66.619 autovetture del 2014 alle 23.203 del 2015. Per le amministrazioni centrali dello Stato le autovetture in uso sono passare dalle 567 del 2014 alle 274 del 2015. Diminuite anche le auto blu con autista dei ministeri, passate dalle 159 del 2014 alle 59 del 2015: quasi i due terzi in meno. Nel corso dell’ultimo anno, poi, anche le regioni hanno più che dimezzato il parco auto passando dalle 2.883 autovetture del 2014 alle 1.277 del 2015, di cui 759 sono di proprietà. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...