Fermati i furbetti dei ricorsi tributari: 13 arresti a Roma. Nel circolo vizioso anche giudici

09 marzo 2016 ore 19:50, Micaela Del Monte
L’operazione è scattata all’alba. Nel mirino degli uomini della Guardia di Finanza una serie di soggetti ritenuti responsabili di aver messo in piedi una ‘banda’ specializzata nel pilotare i ricorsi tributari e “rivendere” sgravi fiscali ai clienti di turno. Operazione che si traduce in arresti e perquisizioni che coinvolgono anche alcuni giudici tributari. Il nome in codice è “Pactum sceleris” e a coordinarla è la procura di Roma. Le ipotesi di reato sono a vario titolo quelle dell’associazione a delinquere finalizzata alla concussione e corruzione anche in atti giudiziari. Una lunga attività investigativa ha portato gli uomini delle Fiamme Gialle a scoprire l’esistenza e l’operatività dell’organizzazione in grado non solo di presentare ricorsi “farlocchi” ma anche di vincerli, ovviamente dietro un pagamento cospicuo. 

Fermati i furbetti dei ricorsi tributari: 13 arresti a Roma. Nel circolo vizioso anche giudici
Il terreno d’azione era Roma e la sua provincia dove i finanzieri hanno concentrato il focus investigativo e da stamani l’esecuzione delle misure cautelari disposte dai magistrati capitolini. Sono tredici gli arresti e tra questi otto persone erano unite tra loro da un vincolo associativo, scrivono i magistrati. La cosa che colpisce in particolare è scoprire il coinvolgimento nell’attività criminale di alcuni giudici tributari che dietro lauto pagamento si mostravano compiacenti e “aggiustavano” i ricorsi. E’ stato dalle rivelazioni di un professionista su cui la banda faceva pressing a far partire l’indagine che oggi si è tradotta nel blitz delle fiamme gialle e negli arresti. Il meccanismo è sempre lo stesso: con il pagamento di somme ingenti o alla consegna di regalìe di vario genere, numerosi contribuenti che si rivolgevano alla banda riuscivano a ottenere sgravi fiscali e di imposte non dovuti. Ora l’attività degli inquirenti prosegue anche per risalire, rintracciare il denaro provento dei reati e del sodalizio criminale. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...