Irma verso la Florida: evacuazione record negli Usa. Il fattore tempo

09 settembre 2017 ore 11:06, Stefano Ursi
Sono due le notizie delle ultime ore a fare paura relativamente all'uragano Irma: il fatto che dopo il declassamento sia tornato a categoria 5 e che sta puntando dritto verso la Florida che, secondo quanto prevedono gli esperti, verrà toccata nella giornata di domani, domenica 10 settembre. Lo ha reso noto il National Hurricane Center. L'allerta, si apprende, che in principio era stata diramata solamente per il sud della Florida ora è stata estesa anche al nord. In queste ore si vive quella che da molti è stata ribattezzata la ''più grande evacuazione della storia degli Usa'': l'evacuazione, infatti, si legge sui media americani che raccontano queste ore febbrili potrebbe avere numeri enormi.

Irma verso la Florida: evacuazione record negli Usa. Il fattore tempo
da Youtube
IL FATTORE TEMPO - Gli appelli a non prendere la cosa sotto gamba da parte degli abitanti si ripetono di ora in ora. ''Il tempo sta scadendo, se siete in una zona di evacuazione dovete andare adesso'', ha detto il Governatore della Florida Scott. Irma ora si trova, si apprende, a circa 485km di distanza da Miami e viaggia ad una velocità di circa 20 km/h. L'evacuazione a titolo precauzionale, si legge, è stata decisa anche perché esiste la possibilità che la forza del mare, colpendo la scogliera, possa provocare dei crolli. Le persone evacuate saranno ospitate in scuole e nei rifugi che le municipalità stanno reperendo. Agli ospedali è stato chiesto di dotarsi di farmaci, cibo ed acqua potabile che coprano il fabbisogno delle prossime ore e, contemporaneamente, di controllare il funzionamento dei loro generatori nel caso di interruzioni dell'erogazione dell'energia elettrica.

Gli Stati Uniti sono ancora alle prese con la conta dei danni dell'uragano Harvey. Prima stima: 140 miliardi di dollari, più 40 vittime e una città, Houston, che presenta i segni della forza distruttiva dell'uragano. Secondo gli esperti, Harvey potrebbe provocare danni equivalenti alla somma di quelli registrati con i suoi più famigerati predecessori, Katrina e Sandy, avvenuti rispettivamente nel 2005 a New Orleans, nella Louisiana ora nel mirino dell'uragano, e nel 2012 lungo la costa orientale degli Usa. In queste ore, nella previsione dell'arrivo di Irma, anche i governatori di Alabama e Virginia, dove l'uragano dovrebbe arrivare dopo aver attraversato la Florida, hanno proclamato lo stato d'emergenza.

#uragano #irma #florida #miami

autore / Stefano Ursi
caricamento in corso...
caricamento in corso...