Sacrilegio a Montecastello: rubato il sangue di Wojtyla e altre reliquie

25 ottobre 2017 ore 10:28, intelligo
E' stato rubato nei giorni scorsi il sangue di Papa Giovanni Paolo II, conservato nel santuario di Montecastello, a Tignale. Il parroco del Paese ha spiegato che i ladri si sono finti turisti e sono rimasti all’interno della chiesa dopo l’orario di chiusura e hanno rubato anche i frammenti ossei del beato Jerzy Popieluszko, il presbitero polacco ucciso nel 1984 dai funzionari del ministero dell'interno della Repubblica Popolare di Polonia.

Sacrilegio a Montecastello: rubato il sangue di Wojtyla e altre reliquie
Le reliquie si trovavano nella «Casa Santa» posta dietro l’altare maggiore dove sono anche custoditi i quattro medaglioni di Palma il Giovane e l’affresco della Madonna Incoronata di scuola giottesca. I ladri hanno rubato anche calici, candelabri e altri oggetti liturgici. L’inchiesta sul furto della reliquia del santo è nelle mani dei Carabinieri di Gargnano, sul luogo sono state rilevate impronte e tracce utili alle indagini. La notizia è stata comunicata dal parrocco don Giuseppe Mattanza, domenica mattina, ai fedeli che partecipavano alle messa.

RELIQUIE
Le reliquie di San Giovanni Paolo II e del beato Jerzy Popieluszko erano state donate al Santuario nel 2014 dal cardinale di Cracovia Stanislao Dziwisz in occasione di un pellegrinaggio parrocchiale.

#tignale #sangue #wojtyla
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...