Malaria a Castel Volturno, due ricoveri: zanzara non è autoctona

25 settembre 2017 ore 12:36, Micaela Del Monte
Due casi di malaria nelle ultime due settimane. Sono stati infatti registrati nella zona di Castel Volturno due nuovi casi della febbre: entrambe le pazienti, un’adolescente di 12 anni e una bimba di soli 20 mesi provenienti dal comune del litorale domitio, sono state curate al “Cotugno” di Napoli e al momento per fortuna sono fuori pericolo. In tutto sono quindi 6 (di cui tre minorenni) le persone che hanno contratto la malaria tra agosto e settembre. 

Malaria a Castel Volturno, due ricoveri: zanzara non è autoctona
La piccola di venti mesi dopo aver effettuato dei controlli in vari ospedali ha manifestato i sintomi della forma cerebrale, la più grave, ed è quindi stata ricoverata d'urgenza al “Cotugno”: dopo essere stata sottoposta ad un trattamento rianimativo, la piccola ora sta molto meglio e sta continuando la degenza prima di lasciare l’ospedale, si spera il prima possibile. Meno preoccupante il caso della dodicenne, sottoposta ad una terapia orale e già dimessa dal nosocomio partenopeo.

I casi registrati in Italia, così come i recenti due al Cotugno, non sono autoctoni, in quanto nel nostro Paese la zanzara Anopheles non è più presente da diversi decenni. Gli ultimi casi di malaria sono quindi legati ai massicci spostamenti di persone che si recano nelle zone più a rischio dell’Africa e dell’Asia e poi ritornano in Europa dopo aver contratto la malattia.

COS'E' LA MALARIA
La malaria è una malattia infettiva causata da un protozoo, un microrganismo parassita del genere Plasmodium, che si trasmette all'uomo attraverso la puntura di zanzare del genere Anopheles. Le zanzare infette sono dette "vettori della malaria" e pungono principalmente tra il tramonto e l'alba.
La malaria costituisce un enorme problema sanitario mondiale ed è la principale causa di morbilità e mortalità in numerose nazioni. In Italia è scomparsa a partire dagli anni '50 e i casi di malattia che si verificano, comunque, ogni anno nel nostro Paese sono legati soprattutto ai turisti che rientrano da paesi malarici e all'immigrazione da tali Paesi. La malaria si trasmette esclusivamente attraverso la puntura della zanzara Anopheles. L'intensità della trasmissione dipende da fattori connessi con il parassita, con il vettore, con l'ospite umano e con l'ambiente.
Circa la metà della popolazione mondiale è a rischio di malaria.

caricamento in corso...
caricamento in corso...