Figlia sindaco Pd innamorata del profugo, Fusaro: "Problema è che è precario. E' sinistra di oggi"

15 settembre 2017 ore 15:04, Americo Mascarucci
Una ragazza si innamora di un profugo e racconta ad un quotidiano della reazione contraria della manna, per altro sindaco del Partito Democratico. La madre l'avrebbe addirittura accusata di essere "malata" specificando poi in risposta alle accuse di stampa di non riferirsi al fatto che l'uomo fosse di colore ma piuttosto che vivesse in uno stato di "estrema precarietà". Intelligonews ha chiesto un commento al filosofo Diego Fusaro nel giorno in cui cresce l’allarme terrorismo. A Londra un’esplosione è avvenuta nella metro sulla District Line, alla fermata di Parsons Green, nella zona residenziale di Fulham provocando almeno 22 feriti. A Parigi un militare è stato aggredito da un uomo con coltello nella stazione della metro di Chatelet urlando frasi inneggianti Allah, mentre tentava di colpirlo. A Milano è stato avvistato uno dei due furgoni Dhl rubati nelle scorse settimane, diretto verso il centro della città. Sono subito scattate le ricerche ma il furgone sembra essersi dileguato. Chi c'era a bordo, e soprattutto dove era diretto e perché? 
Figlia sindaco Pd innamorata del profugo, Fusaro: 'Problema è che è precario. E' sinistra di oggi'

Partiamo dai fatti di oggi. Londra, Parigi, Milano, in poche ore è tornato l'incubo del terrorismo. Nel capoluogo lombardo c'è ansia per un furgone rubato ai primi di settembre e avvistato dalle parti del centro. Siamo al trionfo della società della paura?

"E' stato raggiunto l'obiettivo di creare un clima di terrore generalizzato all'interno del quale sentirsi sempre più soli e spaventati".

Però come si fa a non avere paura di fronte a ciò che è accaduto a Londra?

"Certo, ma vanno evitati i due poli contrapposti; quello dell'incosciente indifferenza da una parte e quello della paura eccessiva che impedisce di vivere dall'altra. Serve il giusto equilibrio, essere guardinghi senza esagerare. Ma ripeto, l'obiettivo era proprio questo, spaventare le persone e convincerle di essere al sicuro soltanto in casa per rendere invivibile la vita sociale".

Ma perché questo?

"Per favorire i processi di individualizzazione privatistica dell'esistente, disertando il sociale e facendo in modo che ognuno abbia paura dell'altro; nelle megalopoli capitalistiche, l'altro non deve essere più visto soltanto come un competitor del mercato, ma come un nemico assoluto".

Stando ad un sondaggio Demos il 46% degli italiani considera un pericolo la presenza di immigrati. Questo che significa?

"Questo fenomeno è determinato a mio giudizio da diversi fattori: dalla cattiva stampa, dall'incapacità di gestire i flussi migratori, da ignoranza, dal fatto che a subire certi atti di violenza sono sempre di più gli strati poveri della popolazione. Parlerei di una catena di concause".

Colpa della destra che soffia sulla paura della gente, o della sinistra che con il suo buonismo ha finito per far credere al migrante di godere dell'impunità?

"Sono vere entrambe le cose: la destra ha le sue colpe soffiando sulla cenere e alimentando il fuoco della paura, la sinistra ha colpa nel momento in cui vuole far credere che il problema non esista e che l'immigrazione non produca insicurezza. Anche qui servirebbe una via di mezzo che consenta di decifrare i problemi gravissimi che scontiamo ogni giorno senza il paraocchi della faziosità".

Una ragazza si innamora di un profugo, la mamma sindaco del Pd la rimprovera e la figlia riferisce di essere stata così definita: "Sei malata". Poi con un comunicato la madre avrebbe spiegato di non riferirsi al colore della pelle ma al fatto che il migrante vivesse in stato di estrema precarietà. Per chi dovrebbe essere di sinistra non è comunque un paradosso?

"Sarebbe la prova provante che il principale nemico della sinistra oggi è il lavoratore precario non garantito. E' tutto nella norma. La sinistra è oggi il partito demofobico per eccellenza, quello che più degli altri guarda con diffidenza e ostilità al mondo del proletariato. Siamo perfettamente all'interno della narrazione di una sinistra che è vicina a tutti tranne che ai lavoratori".

Per certi versi si torna al motto berlusconiano: "Sposate mio figlio e non avrete problemi"? 

"E' la stessa mentalità di una sinistra perfettamente interscambiabile con la destra, l'ulteriore dimostrazione di come questa dicotomia sia ormai esaurita e logorata".  

caricamento in corso...
caricamento in corso...