Manovra: Poletti anticipa sgravi assunzione per gli under 35

16 ottobre 2017 ore 14:08, Luca Lippi
La Manovra è pronta e guarda ai giovani disoccupati. Come promesso dal ministro Padoan, Poletti ha anticipato che è pronta pronta la decontribuzione per le assunzioni degli under 35. Per il nuovo anno, dunque, dentro la manovra da 20 miliardi, in discussione in questi minuti al tavolo del Consiglio dei Ministri, come promesso dal ministro Padoan c’è l’occhio di riguardo per l’assunzione facilitata per i giovani disoccupati che sono una priorità per il Mise. E' necessario ricomporre la base reddituale per rilanciare l'economia in generale e anche ricomporre uno strato da cui reperire le risorse per interventi strutturali.
Manovra: Poletti anticipa sgravi assunzione per gli under 35

SGRAVI ASSUNZIONI UNDER 35
Lo stanziamento dedicato, parliamo delle risorse, è di circa 338 milioni nel 2018 per poi salire negli anni a venire. Lo sgravio per le aziende che rispondono all’invito sulla carta dovrebbe essere del 50% dei contributi per ogni nuovo assunto a tempo indeterminato. Non si esclude un allargamento anche agli autonomi. La platea che gioverà del provvedimento è piuttosto ampia, considerando che maggiore è il numero degli aventi diritto maggiore è l’impiego di risorse. Nelle ultime settimane si è dibattuto molto per individuare l’area di intervento. Il ministro Poletti ha annunciato, appunto, che il provvedimento è applicabile ai giovani fino ai 35 anni di età. Questo ampliamento della platea, però, inevitabilmente dovrà incidere sullo sconto da applicare alle aziende. Quindi sulla carta sarebbe fino al 50% ma dai conti risulterebbe uno sgravio inversamente proporzianale all’ampliamento degli aventi diritto. Lo sgravio dovrebbe arrivare invece al 100% per il Sud, confermando l'attuale normativa. 

LE DICHIARAZIONI DI POLETTI
Stamattina il ministro Poletti ha annunciato ufficialmente la misura da applicare a tutti gli under 35. La decontribuzione strutturale del 50% degli oneri previdenziali sarà per tre anni. Le dichiarazioni sono state raccolte durante il tavolo composto con i sindacati per parlare della riforma delle pensioni. A tale proposito ha ribadito un altro concetto già sentito dal ministro Padoan: "La previdenza non è nelle priorità della legge di bilancio".  La legge di bilancio “efficace e compatta” (così come definita dal ministro Padoan) sarà fondata su poche ma concrete misure. Di fatto gran parte delle risorse saranno assorbite dall'eliminazione della clausola di salvaguardia sull'Iva, ricordiamo che per disinnescare l’aumento dell’Iva la Ue ha chiesto 18 miliardi.
Il ministro del lavoro ha poi precisato che rimane attivo il provvedimento di apprendistato in forma duale con dotazione di 85 milioni di euro. In ultimo, ma non ultimo, l’annuncio sugli ammortizzatori sociali: “E’ prevista la proroga di un anno della cassa integrazione straordinaria con una dotazione di 100milioni di euro, accompagnata da un percorso di politiche attive e di ricollocazione dei lavoratori".

#Poletti #Sgravi #Under35 #Manovra

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...