Weinstein, Fulvio Abbate: "Cosa penso del caso Asia Argento. Mia figlia Carla amica di Anna Lou"

19 ottobre 2017 ore 13:28, Americo Mascarucci
Caso Weinstein. Mentre si registrano gli appelli di Laura Boldrini ed Emma Bonino ad Asia Argento perché resti in Italia, proprio il Bel Paese si interroga sul rapporto tra attrici, molestie e abusi. Abbiamo contattato lo scrittore Fulvio Abbate per avere la sua opinione. Così IntelligoNews ha scoperto che sua figlia è amica di quella di Asia...

Siamo arrivati al punto che Asia Argento se ne va dall'Italia. Fa bene? 
Weinstein, Fulvio Abbate: 'Cosa penso del caso Asia Argento. Mia figlia Carla amica di Anna Lou'
"Io parto da una premessa, mia figlia Carla è amica di Anna Lou, la figlia di Asia Argento, quindi per ragioni chiare non entrerò nel merito del giudizio. Anni fa, posta questa premessa, mi trovai a farle un'intervista per una radio per cui facevo un programma, e lei disse che stava andando via dall'Italia e che quindi non era interessata. Immagino dunque che sia una modalità sua ricorrente quella di far riferimento a un imminente abbandono del suolo italiaco". 

Allora partenza dall'Italia o meno, cosa pensa del caso Weinstein e di quanto emerso anche grazie all'Argento? 

"Io credo che in questa vicenda gli elementi più singolari siano due punti: primo, tu hai denunciato uno stupro però dopo lo stupro - come mi sembra di leggere - hai avuto una frequentazione con questa persona. E allora, evidentemente c'è qualcosa che non torna. O dobbiamo immaginare una sindrome di Stoccolma o non hai tutti i titoli per dare un'opinione asoluta, non dico sul suo caso personale, ma sulla questione Weinstein. E poi come giustamente ha detto qualcuno, tu non sei una ragazza qualunque, tuo padre è un regista celebre nel mondo. Ci sarebbe una oggettiva discrepanza tra l'aver detto che Weinstein era un mostro e averlo frequentato, se ho letto bene e i giornali riportano il vero, per quegli anni seguenti". 

Emma Bonino, ex ministra degli Esteri ed esponente dei Radicali, ha sì manifestato solidarietà all'attrice e regista Asia Argento ma ha anche fatto un appello: "Io non scapperei dall'Italia. Non c'è maggiore solidarietà negli altri posti. Conquistare il rispetto non è facile ma non me andrei per questo. Non mi stupiscono queste reazioni. Bisogna far fronte a queste cose". Condivide questo pensiero? 

"Io spero che non vada via, così che mia figlia e Anna Lou possano continuare a vedersi visto che si hanno in simpatia".

Quindi non si vuole pronunciare sull'appello della Bonino?
"Diciamo che si commenta da sé".

Cosa pensa di Massimiliano Parente che oggi sottolinea come proprio la Argento, in tema di solidarietà tra donne, fotografò tempo addietro Giorgia Meloni al ristorante postandola su social e commentando l'aspetto fisico?

"Asia chiese scusa con un messaggio. Quindi in quella storia ha riconosciuto di avere sbagliato. E comunque non sempre c'è solidarietà tra donne".

#asiaargento #weinstein #abbate
caricamento in corso...
caricamento in corso...