L'incubo di Claressa, morsa da un ragno eremita nel sonno: rischia la morte

20 settembre 2017 ore 23:59, Micaela Del Monte
Ha rischiato di morire in seguito alla puntura di un ragno che le ha causato un'infezione così grave da compromettere le funzioni dei suoi organi vitali. E' accaduto ad una 29enne dell'Arkansas. Si chiama Claressa Coleman e il suo è stato un vero e proprio incubo, iniziato la notte dello scorso 26 giugno: stava dormendo a letto accanto a suo marito quando ha sentito una lieve puntura

L'incubo di Claressa, morsa da un ragno eremita nel sonno: rischia la morte
Pensando che fosse una zanzara, si è riaddormentata come se niente fosse. Il mattino seguente, la donna aveva notato il segno della puntura tra la spalla e il braccio destro, ma era andata a lavorare. Una volta giunta in ufficio ha iniziato ad accusare forti dolori allo stomaco, nausea e vomito. Il capo l'aveva quindi rimandata a casa, ma nel tragitto il vomito era aumentato e per questo Claressa si era recata in un pronto soccorso. Qui esami approfonditi avevano rivelato la tremenda verità: la donna era stata punta da un ragno eremita marrone, non ancora adulto, data la ridotta circonferenza della puntura. 

Le condizioni della donna sono rapidamente peggiorate e a nulla sembravano servire gli antibiotici prescritti dai medici. L'organismo della donna subì un costante peggioramento a causa dell'infezione dilagante dopo diverse settimane il quadro clinico della donna ha iniziato a migliorare, ma i suoi reni sembravano aver subito danni permanenti.

L’azione della terapia massiccia è stata in grado di salvare la vita della ragazza, ad oggi ancora convalescente, ma tuttavia l’azione del veleno del ragno eremita marrone potrebbe aver compromesso la funzionalità dei suoi reni. Nonostante questo Claressa ha dichiarato di sentirsi fortunata, di essere ancora via dopo il rischio corso, nonostante il suo giustificato terrore odierno per i ragni.
caricamento in corso...
caricamento in corso...