M5s le ricompra la casa all'asta, lei sceglie Forza Italia per "origini"

26 settembre 2017 ore 11:34, Orietta Giorgio

Giovanni Guarascio si uccise per difendere la propria casa, era il 2013 e aveva 64 anni. Si cosparse il corpo con la benzina dandosi fuoco per cercare di impedire lo sfratto della sua casa a Vittoria nel ragusano, l'immobile fu messo all'asta per un vecchio debito con una banca ragusana. Ora la figlia Martina, 32 anni, sarà candidata alle prossime elezioni regionali nella lista di Forza Italia.

M5s le ricompra la casa all'asta, lei sceglie Forza Italia per 'origini'


La ragazza, dopo la morte del padre, aveva cominciato la sua battaglia contro le aste giudiziarie senza scendere in politica, il fatto che abbia cambiato idea non sorprende, il buffo è che si candiderà con Forza Italia e non con il Movimento 5 Stelle che decise di acquistare la casa posta all'asta per poi ridarla alla famiglia.


I 'grillini' lo fecero per aiutare la famiglia e "per porre al centro del dibattito politico l'impignorabilità della prima casa". Il candidato governatore per il Movimento 5 stelle, Giancarlo Cancelleri ha commentato in merito: "Siamo contenti per lei, si vede che le abbiamo restituito tanta di quella serenità, da potere pensare pure di dedicarsi alla politica attiva. Ci dispiace solo che abbia scelto il lato sbagliato". E chiarisce: "Quella casa noi la ricomprammo e la restituimmo alla famiglia sottraendola alla disperazione, ma, soprattutto, per accendere i riflettori sul problema delle aste giudiziarie, che rappresentano un vero incubo per tantissimi. Per mettere argine al fenomeno facemmo approvare all'Ars un disegno di legge voto per l'impignorabilità della prima casa, tutt'ora fermo a Roma".


Dal canto suo Martina Guarascio ha spiegato: "Mio fratello Antonio per tanti anni è stato coordinatore provinciale di Forza Italia Giovani, quindi per me è una specie di ritorno alle origini. Con i Cinque Stelle non abbiamo alcun obbligo, l’acquisto della casa è stata una loro iniziativa spontanea e privata, e l’hanno sempre saputo che abbiamo ideologie di destra". 

Gli intenti di Martina sono chiari: "Oltre che per demolire lo sporco sistema delle aste giudiziarie, mi piacerebbe tanto spendermi per le giovani donne che vogliono studiare e non hanno modo di farlo, sarebbe un bel modo per riscattarmi dato che io ho dovuto interrompere il mio percorso universitario. In generale, comunque, mi piacerebbe lottare per tutte le donne e per i loro diritti".

#m5s #casa #forzaitalia

caricamento in corso...
caricamento in corso...