Antisemiti e omofobi, 4 militari neonazisti arrestati in GB: pronti attentati

05 settembre 2017 ore 20:43, Micaela Del Monte
Quattro arresti in Gran Bretagna per membri dell’Esercito, in servizio attivo, sospettati di essere militanti neonazisti e di preparare attentati. La notizia è stata resa pubblica dallo stesso ministero della Difesa. I quattro non sono stati individuati per ora con nome e cognome. Si sa che hanno fra i 22 e i 32 anni di età, e che sono originati di Birmingham, Ipswich e Northampton, in Inghilterra, e di Powys, in Galles.

Antisemiti e omofobi, 4 militari neonazisti arrestati in GB: pronti attentati
"Gli arresti sono programmati e guidati dall’intelligence; non vi è stata minaccia per il pubblico”
, si legge nel comunicato che precisa che i raid sono stati condotti “in diverse proprietà”. “Possiamo confermare – ha aggiunto il ministero della Difesa – che fra di loro vi sono anche dei soldati in servizio nell’Esercito”. Il gruppo lodò l’azione omicida di Thomas Mair tanto che la ministra degli Interni Amber Rudd definì l’organizzazione “razzista, antisemita e omofoba”.

Stando alle indagini attuali pare che il gruppo fosse ormai pronto a fare un "salto di qualità" criminale di natura propriamente terroristica. Nessuno dei presunti progetti di attentato era comunque in fase operativa, hanno precisato fonti investigative, sottolineando il lavoro preventivo d’intelligence condotto per sventare il pericolo e aggiungendo che la sicurezza pubblica non è mai stata concretamente a rischio. In ogni caso tutti gli arrestati, civili o militari, sono indagati nel quadro del Terrorism Act, la legge nazionale sul terrorismo del 2000, in quanto membri di un’associazione sovversiva "vietata": e ora possono andare incontro a una decina d’anni di prigione.
caricamento in corso...
caricamento in corso...